Notizie recenti
Home / call girl / Call girl.

Call girl.

Studentessa call girl. Seconda parte.

Fra i professionisti e le professioniste del sesso, troviamo in numero crescente sia di studenti che di studentesse, i quali, per un periodo variabile, esercitano le svariate attività professionali legate al sesso : lapdancer, call girl-callboy, camgirl, ecc..

Un fenomeno per nulla limitato che coinvolge una percentuale crescente di studenti di varia provenienza.

Come già preannunciato nel corso della prima parte, diamo spazio alla testimonianza di una call girl che lavora su Barcellona da almeno due anni.

La chiameremo Maria per mantenere la sua privacy.

8index

Fare la call girl. Perché?

Nel mio caso, è stata la necessità e la voglia di sentirmi indipendente.

Diventare call girl vuol dire essere indipendenti?

Ho capito ciò che vuoi dire.

Raccogliere pomodori o agrumi a 30 euro al giorno, magari in nero, significa essere indipendenti?

Lavorare a gratis in uno studio professionale per 9/10 ore al giorno, vuol forse dire essere indipendenti e liberi?

Scusa la provocazione ma di discorsi vuoti ne ho sentiti talmente tanti che ormai trovano il tempo che trovano.

Con questo lavoro riesco a garantirmi una vita più che dignitosa, a pagarmi gli studi e mettere da parte qualcosa.

Da dove vieni?

Dall’Andalucia.

Sono a Barcellona da due anni e mezzo ed ho conosciuta una ragazza delle mie parti che mi ha introdotto a questo lavoro.

Quante ore lavori. Come funziona il lavoro di camgirl?

Dedico a questo lavoro non più di 20 ore la settimana complessivamente, in particolare, durante il fine settimana quando aumenta la richiesta.

Si tratta di un’attività molto flessibile.

Sono una free lance indipendente.

Si continua con l’intervista nella prossima puntata.

About myanpo