Notizie recenti
Home / single - solitudine / Mi sento solo.

Mi sento solo.

Sentirsi soli.

Quante sono le persone che soffrono di solitudine?

Molte!

Buona parte di queste poi, non sono nemmeno sole nel senso vero del termine, se andiamo ad analizzare bene il loro status.

Ufficialmente, questi uomini e donne risultano sposati, fidanzati, vivono circondati da parecchie altre persone, hanno amici e parenti ed anche in ambito sociale e lavorativo, hanno la possibilità di avere e curare molti contatti e rapporti.

Eppure, sono o si sentono soli!

Quindi, non si tratta di persone che sono veramente sole ma di soggetti che soffrono la solitudine al di là della loro situazione reale.

Sentirsi soli quindi, non corrisponde propriamente al termine single/solo ma talvolta, è un qualcosa di più ampio, una sensazione percepita da molte persone che può essere anche completamente diversa dalla situazione esteriore, cioè, dall’aspetto formale o da come appare agli occhi di chi osserva distrattamente.

mi sento solo

Sentirsi solo. Quando la compagnia e la confusione non basta.

Ci si può sentire soli anche nel bel mezzo di una folla di gente.

Anzi, molti di quei soggetti che affermano di soffrire di solitudine, ammettono di sentirsi maggiormente soli proprio quando sono circondati da una moltitudine di persone, ancor di più rispetto ai momenti di isolamento e vera solitudine dagli altri.

Perché questa solitudine allora?

Le ragioni possono essere varie e non sempre hanno motivazioni ben definite.

Ci sono soggetti che sin dall’infanzia non riescono neppure a stare pochi minuti da soli senza la compagnia di un’altra persona.

Al contrario di altri soggetti (i cosiddetti single per scelta), i malati di solitudine hanno sempre bisogno di conforto e della presenza di altre persone accanto a loro.

Quasi una fobia che nel tempo procura loro anche molti problemi.

La dipendenza infatti dalla presenza di altre persone, anche solo per sorseggiare un caffè e/o per una passeggiata, diventa un problema serio con il passare degli anni.

Mi sento solo. Allenarsi contro la solitudine.

Quando infatti il senso di solitudine supera una certa soglia, questo bisogno può diventare patologico, provocando dipendenze ed atteggiamenti negativi.

Occorre nel corso tempo imparare, come del resto per ogni altra forma di fobia e debolezza, a gestire anche la solitudine e la mancanza di compagnia e presenza altrui.

Esistono tecniche per ottenere ciò.

L’importante è cominciare in età ancora giovane prima che questa sensazione diventi cronica con il passare degli anni.

About miamyanpo16

Check Also

Single per scelta.

Persone single. Chi sono i single per scelta? Esistono davvero? In questo post, approfondiremo l’argomento ...